:: home        :: eventi        :: associati        :: archivio        :: contatti  
SERVIZI
» Annunci
» Notaio
» Commercialista
» Avvocato
» Commerciale
      Tecnico
» Finanziamenti
      Mutui Leasing
» Promozione
» Card Socio
lavora con noi_corsi_formazione progetto rotte del caffè
LINK UTILI
Regione Lazio

Provincia Roma

Comune Roma

Caffè Profili

ZANOX

FREESHOP.it
SCARICA
DOMANDA AMMISISONE A SOCIO

 
Progetti
Sottoscritta la convenzione con Istituti di Credito
per prestiti personali ed aziendali a tasso ridotto e co-garanzia FILA



Unicredit mette cinque miliardi di euro sul piatto per favorire l'accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese. È questa la cifra prevista per il progetto "Impresa Italia", presentato a Roma dall'amministratore delegato di Unicredit Alessandro Profumo, che ha firmato un'intesa le associazioni di categoria, governo e Confidi.

«Un'iniziativa – spiega Profumo – che si rivolge alla nostra clientela core, per indirizzare un supporto all'economia reale in questa fase di rallentamento».

Dei cinque miliardi, che verranno finanziati attraverso Confidi, tre miliardi sono destinati alle microimprese. Per chiarire, Profumo fa l'esempio del settore alberghiero, che sta subendo una forte crisi. I restanti due miliardi sono invece da distribuire alle imprese medio-piccole, quelle che, chiarisce Profumo, hanno un fatturato che supera i 5 milioni di euro.

«La nostra metodologia di lavoro – promette l'amministratore delegato di Unicredit – prevede che i quattrini arrivino solo alle imprese che meritano di riceverli». Concretamente, le aziende potranno contare sia su crediti a breve termine per il rafforzamento della gestione del circolante aziendale, sia su finanziamenti a medio-lungo termine per effettuare i propri investimenti.

Il progetto "Impresa Italia", garantisce Profumo, «è totalmente sostenuto dalla capacità economico-finanziaria di Unicredit, grazie anche al capitale aggiuntivo dato dai nostri azionisti». E fa anche parte, spiega l'ad, del piano di Unicredit di radicarsi sul territorio per operare in modo più incisivo. Per questo, verranno firmati una serie di accordi per dare attuazione operativa agli stanziamenti previsti dal fondo.
Tali accordi verranno modulati e quantificati secondo le caratteristiche e le esigenze delle diverse aree geografiche.

Ugo Martinat, sottosegretario allo Sviluppo economico, definisce l'iniziativa di Unicredit «un segnale politicamente molto importante in un momento in cui c'è una crisi del settore virtuale della finanza e non del mondo industriale imprenditoriale». Martinat annuncia anche, nel giro dei prossimi 15 giorni, uno stanziamento da 600 milioni di euro di coassicurazione con la partecipazione dei Confidi per permettere un volano da 6-7 miliardi». Un'iniziativa che, promette Martinat, si indirizzerà anche al settore dell'artigianato.

Il sottosegretario rilancia anche il tema della ricapitalizzazione, «un problema che – dice Martinat – deve essere affrontato dalle imprese, perché anche l'industria deve fare la sua parte, perché non può solo chiedere, ma deve anche dare».

 
elemento grafico
powered by Simple Solution  



Fila è un’associazione fra imprenditori del Lazio che ha come scopo la protezione legale e/o commerciale degli associati e la promozione dell’attività delle delle piccole e medie imprese commerciali, turistiche,e di servizi sviluppo economico, sociale e tecnico, caffe' profili, comune santa marinella promuove e sostenere lo sviluppo economico e commerciale politica sindacale a livello locale stipula di contratti e di accordi commerciali e/ o pubblicitari opportune iniziative sul piano economico, tecnico, professionale ed organizzativo, corsi di aggiornamento e formazione professionale studi, ricerche e progetti nel campo economico e socialeosservatori di studio e di ricerca sul territorio tenuta dei libri contabili, alla determinazione dell'IVA, alla determinazione dei redditi delle relative imposte, alla redazione delle dichiarazioni dei redditi ed agli adempimenti connessi | la fornitura dei servizi necessari alle attività imprenditoriali card associativapatronato per le imprese